Chi corre non ha capito nulla della vita

Chi corre non capisce nulla. Non conosce la vita.

Chi corre perde tempo, per non parlare di chi corre una maratona, di chi prepara una maratona.

Cioè, pensate a queste persone. Corrono quattro o cinque volte alla settimana, faticano, si allenano.

Per cosa? Per arrivare millesimo, se va bene, al traguardo della maratona, magari due ore dopo il primo.

Due ore, capite, due ore dopo! Arrivano ultimi alle volte.E nemmeno sono magri e belli. Sono trafelati, sudati, alle volte addirittura sovrappeso.

Le donne poi? Perchè lo fanno? Magari ad una certa età, quando hanno il gesto atletico di un panda. Avvolte in vestiti aderenti, con le loro membra da cinquantenni, i loro sederi bassi.

Non sono per niente “trombabili”. Tutte impacciate, ma chi le vuole ancora? Che poi, che credono, che agli uomini piacciano le donne sportive? Farebbero meglio ad usare il tempo per andare dal parrucchiere, o magari a fare un aperitivo con le amiche o ancora a preparare un manicaretto al marito, che si sa, i mariti sulla cinquantina cercano le ragazze giovani e bisogna tenerseli stretti.

Questi runner, il sabato sera non escono e non si divertono perchè la domenica c’è la gara.

Tanto mica arrivano primi…

Le donne spesso lasciano i figli ai nonni il weekend della gara. Gli uomini, al parco, vanno solo per guardare le belle runner inguainate di fibre sintetiche.

Chi corre è noioso.

Parla di corsa sempre. Spesso mangia sano, il che significa che quando vuoi condividere la seconda pizza dice no.

Chi corre nemmeno fuma.

Chi corre ti fa sentire imperfetto.

Quando sei arrabbiato lo guardi e lui ride. E’ felice. Ti dice che è felice perchè corre e si sente bene. Chissà cosa ha da sentirsi bene. Ogni giorno ti chiede di andare insieme a lui.

Almeno fossero tutti magri. La magrezza è un valore. No?

Eppure la cosa incredibile è che quando li vedi passare sono tutti così felici. Ridono, chiacchierano, sembrano appena usciti da una festa.

Schiamazzano addirittura. Spesso si organizzano per andare in giro a fare le gare insieme, fanno proprio dei weekend e vanno per il mondo. Alcuni corrono le maratone addirittura all’estero.

Postano foto ovunque: loro che corrono sotto la Tour Eiffel, loro sulla spiaggia, loro tutti insieme sulle Dolomiti.

E ridono sempre.

Anche se non hanno abiti eleganti. Anche se stanno mangiando un panino. Anche se sono coperti di fango, bagnati e sudati.

Non hanno capito nulla della vita.

Ma che vacanze sono queste? A far fatica, sudare, scarpinare. Mangiare qualcosa al volo e ripartire.

Chissà perchè sono così felici? Non hanno capito nulla della vita.

O forse sì?

 

ph. Daniela Delli

RunningCharlotte
RunningCharlotte
Perché la corsa è uno stile di vita e ad ogni passo ci fa crescere un po’ e perché non bisogna essere campioni per correre, basta mettere un passo dietro l’altro. Keep in running.
Recommended Posts

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi