Iniziare con il piede e con la scarpa giusta: adidas Supernova 2

Iniziare con il piede e con la scarpa giusta: adidas Supernova 2

Chi inizia a correre ha bisogna di poche ma chiare informazioni. Me ne rendo conto sempre di più allenando principianti, sia che siano davvero alle prime armi, sia che corrano già da qualche tempo.

Questo perchè nel mondo del running ci sono moltissime informazioni, ma spesso sono informazioni complesse e dedicate a chi ha già esperienza.

Le prime tre informazioni che un runner principiante ricerca sono (o dovrebbero essere):

  • come gestire e organizzare gli allenamenti
  • come diventare più “bravi” nella tecnica
  • che scarpe da corsa scegliere

Veniamo quindi alle risposte, cercando di essere semplice e sintetica.

adidas supernova 2 test

Come gestire e organizzare gli allenamenti

l grande errore che quasi tutti fanno quando iniziano è di fare troppo. Si comincia correndo da subito, con tre o quattro allenamenti settimanali, senza dare tempo al corpo di abituarsi. Questo avviene perché nella maggior parte dei casi si cercano tabelle online e informazioni e si sente parlare di allenamenti di qualità, ripetute, recuperi, fartlek… Tutti allenamenti ovviamente perfetti per chi ha esperienza, ma non per chi comincia. Chi è alle prime armi deve innanzitutto cercare la propria zona di comfort. Deve cioè imparare a correre in modo semplice, senza fare troppa fatica.

recensione adidas supernova 2

Solo una volta trovata questa autonomia e queste belle sensazioni si può pensare alla qualità e introdurre allenamenti più intensi. Sì, ma come fare? Programmate tre uscite settimanali, non oltre e iniziate alternando corsa e camminata.

Come iniziare a correre: la tabella

Gradualmente diminuite il tempo di camminata e aumentate quello di corsa. Contate almeno 4 o anche 6 settimane prima di correre 40′ consecutivi. Ricordatevi che uscite a correre per star bene, non per stramazzare per la fatica. Altra cosa: sempre almeno 24 ore di riposo tra un allenamento e il successivo, meglio 36 o 48!

Come esercitare la tecnica

Punto fondamentale questo: per correre agevolmente dovete correre bene. Il primo dato da controllare è la frequenza del vostro passo. Contate che la corsa più efficiente è quella che ha una cadenza intorno ai 180 passi al minuto. Potete farne a75, o 185, ma se ne contate 150 sappiate che state facendo passi troppo lunghi e di conseguenza non siete efficienti. Quindi: passo più corto e rapido. Secondo dato: cercate di essere leggeri nel passo. Il piede tocca terra e deve rialzarsi il prima possibile. Per fare questo sì a esercizi di riscaldamento del piede: skip, calciata, balzi laterali. Se siete abituati anche il salto della corda è perfetto. In ultimo, una seduta di allenamento in palestra a secco a settimana è indispensabile per muscoli forti, piedi compresi.

Che scarpe da corsa scegliere: adidas Supernova 2

adidas supernova 2 suola

Se siete all’inizio la tendenza è quella di scegliere le scarpe con poca attenzione, “tanto non devo fare troppi chilometri”. Sappiate che questo è un errore enorme. La scarpa perfetta per chi comincia deve avere una buona ammortizzazione e essere protettiva. Deve darvi confort e sostenere il piede. Non può essere una scelta casuale.

La nuova adidas Supernova 2 raccoglie in sè tutte le caratteristiche della scarpa perfetta per i debuttanti: protettiva sul tallone, reattiva in avampiede, con ottimo sostegno a livello di conchiglia tallonare e grande confort grazie ad imbottiture molto morbide. Il mix perfettamente bilanciato delle mescole Bounce e Boost nell’intersuola assicura comfort e ritorno di energia e la suola in TPU iniettato garantisce un grip eccellente per correre nel massimo comfort su ogni superficie. Inoltre ha un’impronta ecologica ridotta e una vestibilità apposita per il piede femminile nel modello donna. Io l’ho testata nelle corse facili e la trovo molto confortevole, ma anche sufficientemente reattiva in avampiede per essere una scarpa divertente negli allenamenti di qualità quando si passerà alla seconda parte dell’allenamento. Mi è molto piaciuta la calzata, che rimane ampia sul metatarso, cosa molto utile per far lavorare correttamente l’articolazione del piede e favorire la spinta.

RunningCharlotte
RunningCharlotte
Perché la corsa è uno stile di vita e ad ogni passo ci fa crescere un po’ e perché non bisogna essere campioni per correre, basta mettere un passo dietro l’altro. Keep in running.
Recommended Posts

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

allenare la resistenza
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: